Fabio Bucciarelli
Rischiare la vita per raccontare la guerra

Cinema Teatro Incontro, Via Paolo Rosa 5 – Besnate (VA)

Mercoledì 24 Maggio ore 21 | Ingresso libero su prenotazione

 

Empatia, sentimenti, emozioni e documentazione storica.

E’ la guerra vista e raccontata con gli occhi di uno dei più noti fotoreporter al mondo.
La città di Besnate ha il piacere di accogliere Fabio Bucciarelli, fotogiornalista torinese, vincitore – tra gli altri premi – del Capa Gold Medal e del World Press Photo. Bucciarelli, ospite al Cinema Teatro Incontro il prossimo 24 maggio alle ore 21:00, terrà una conferenza-dibattito sul suo ultimo progetto “The Dream” (www.thedream.fabiobucciarelli.com) e racconterà, scatto dopo scatto, la sua esperienza di fotoreporter.
Il progetto narra l’esodo dei rifugiati e dei migranti verso l’Europa. Dalla Siria alla Libia; dalla Tunisia all’Iraq, passando per i Balcani, la Grecia, fino agli sbarchi in Italia: il fotografo segue i migranti dal 2011, quando la Primavera Araba costringe migliaia di persone a lasciare la propria terra. Bucciarelli decide di essere il testimone di alcuni tra i principali conflitti e le crisi umanitarie contemporanee, sperimentando una narrazione a cavallo tra fotogiornalismo e arte. Decide – ancora – di utilizzare, in aggiunta alla Reflex, anche la Pinolina: una macchina fotografica che produce immagini stenopeiche, mosse, senza contorni ben delineati. E così, ecco concretizzarsi Il Sogno, The Dream, che dà il titolo al progetto e che viene raccontato nel libro omonimo (in vendita a Besnate, la sera del dibattito). La serata – organizzata dall’Associazione La Stazione della Musica, in collaborazione con l’amministrazione comunale e la pro-loco, Galleria Boragno, e l’Associazione culturale Stefano d’Orto – è uno degli eventi che fanno da cornice alla terza edizione del Concorso Fotografico Città di Besnate, le cui premiazioni si sono svolte lo scorso 2 aprile.

 

Per prenotare il tuo posto a sedere invia una mail a contest@lastazionedellamusica.com indicando nome, cognome e quante poltrone desideri (massimo 4 per persona). Il posto non è numerato, e sarà ceduto, in caso di mancata presentazione, dopo l’inizio della conferenza.